Login page

Riparare filesystem

Se si sa che la perdita dei dati è data da un problema del filesystem, è possibile effettuare un check ed una riparazione per recuperare i propri dati.
Dal momento che verranno apportate modifiche sul proprio file immagine, si consiglia di farne una copia, operazione più veloce che riutilizzare dd o altri strumenti per creare un file immagine.
Per riparare il filesystem basterà usare fsck, con il comando analogo a fsck.filesystem -av ~/sdb.img verrà effettuato un check e corretti eventuali errori. Per recuperare i file basta montare l'immagine, ad esempio con mount -o loop ~/sdb1.img /mnt dopodiché è sufficiente copiare i dati da /mnt. Nella cartella lost+found è possibile trovare ulteriori dati, parzialmente danneggiati, oppure che il filesystem non ha saputo dove riposizionare.

Purtroppo tale programma, non funziona su partizioni NTFS, per fortuna però il pacchetto ntfsprogs contiene vari programmi per lavorare con le partizioni NTFS, e anche la possibilità di riparare alcuni errori relativamente comuni, ad esempio ntfsfix ~/sdb1.img. Questa è una delle poche eccezioni per il quale è necessario usare uno strumento non libero e non disponibile su un sistema GNU/Linux.
Dal momento che purtroppo tale filesystem è uno tra i più diffusi in ambito desktop (si tratta del filesystem utilizzato dai sistemi operativi Microsoft), non è possibile ignorare tale casistica, ma purtroppo non esiste ancora nulla di equivalente sui sistemi liberi.

Nel caso di partizioni FAT, ovvero FAT12, FAT16 e FAT32, basta usare il comando fsck.vfat -av ~/sdb.img.
È possibile sostituire fsck.vfat con dosfsck oppure fsck.msdos, si tratta sempre dello stesso programma, quindi non vi saranno essere esiti differenti.

Per le partizioni di tipo ext, basta dare il comando fsck.ext2 -pv ~/sdb.img, oppure fsck.ext2 -av ~/sdb.img, anche se la documentazione consiglia di usare il parametro p piuttosto che a per la riparazione del filesystem. Si noti che i seguenti programmi sono equivalenti: e2fsck, fsck.ext2, fsck.ext3, fsck.ext4.

Nel caso di partizioni exfat (abbastanza rare), esiste il programma exfatfsck, equivalente a fsck.exfat, che però permette solamente di verificare la presenza di errori e non la riparazione.

Nel caso di partizioni hfs o hfs+ (presenti nei sistemi operativi Apple), è possibile dare il comando fsck.hfs -y ~/sdb.img
. Per filesystem nel formato jfs è possibile usare il comando fsck.jfs -fv ~/sdb.img, si noti che il programma fsck.jfs è equivalente a jfs_fsck.

Per filesystem di tipo reiser4 è possibile usare fsck.reiser4 -p ~/sdb.img
Per filesystem di tipo FFS, UFS e UFS2 (presenti nei sistemi BSD) si può usare fsck.ffs -? ~/sdb.img, si noti che fsck.ffs e fsck.ufs sono equivalenti.

Questo è l'elenco degli articoli di questa categoria:

Ripulire Debian: Ripulire Debian da linea di comando
Come recuperare dati persi: come recuperare dati persi o cancellati